Kleos Training Logo

Test VO2Max

Test del massimo consumo d’ossigeno e individuazione delle soglie ventilatorie

1.BLOG

Ciao! Sono Jacopo Butturini, atleta e preparatore in Kleos e oggi vi voglio parlare di VO2MAX ovvero: il massimo consumo di ossigeno.

Sapere la quantità massima di ossigeno che l’organismo è in grado di estrarre e quindi di utilizzare nell’unità di tempo per la contrazione muscolare, è fondamentale nella disciplina del Triathlon così come in quella Endurance e in tutte le altre svolte in versione agonistica.

Maggiore è il suo valore e maggiore sarà la potenza aerobica dell’atleta. Il VO2Max è fondamentalmente la cilindrata del motore aerobico di qualsiasi persona.

Negli sport di endurance è uno dei parametri che condiziona la prestazione di resistenza insieme alla frazione di massimo consumo d’ossigeno sostenibile per la durata della gara e al costo energetico.

Esso è condizionato da fattori centrali e da fattori periferici. A livello centrale i fattori che lo condizionano sono la gettata cardiaca, cioè la quantità di sangue che il cuore è in grado di pompare dal ventricolo sinistro in direzione dei muscoli nell’unità di tempo (minuto), e la capacità a livello polmonare di scambiare i gas respiratori (ossigeno/anidride carbonica). A livello periferico i limiti sono dati dalla capacità ossidativa dei muscoli coinvolti nell’attività, cioè la capacità di utilizzare l’ossigeno per la produzione di energia.

Il valore massimo viene espresso poi in funzione della massa corporea (totale o massa magra) e valutato in funzione dell’età.

In KLEOS, attraverso un macchinario chiamato metabolimetro e, grazie a personale specializzato, siamo in grado di misurare direttamente il VO2Max, garantendo quella precisione che le metodiche di stima indiretta non possono garantire.

Attraverso l’utilizzo di protocolli scientifici validati, con l’analisi della ventilazione e della concentrazione dei gas respiratori durante un esercizio con intensità crescente, siamo in grado di individuare quei momenti di transizione metabolica (comunemente definite soglie) per la determinazione delle zone di allenamento e stabilire i carichi di lavoro adeguati per massimizzare l’effetto dell’allenamento.